Cerca nel Sito
Chi è online
 75 visitatori online
J!Analytics
Home

La Calcolosi Urinaria - La litotrissia extracorporea (ESWL):

Indice
La Calcolosi Urinaria
Cura e prevenzione dei calcoli urinari
Anatomia del rene e delle vie urinarie
La diagnosi di calcolosi renale
La colica renale (“il dolore”)
Che cosa è il “doppio J”
La litotrissia extracorporea (ESWL):
Litotrissia ureterale endoscopica (URS):
Litotrissia percutanea renale (PNL):
Dieta per la litiasi urinaria
Tutte le pagine

La litotrissia extracorporea (ESWL):

E’ una tecnica che permette la frantumazione del calcolo utilizzando un apparecchio che genera delle onde d’urto (piccoli terremoti). Tutto avviene dall’esterno del paziente. Una volta visualizzato il calcolo, attraverso una ecografia o una radiografia viene puntato con un mirino, proprio come se fosse un bersaglio da colpire. Quindi si procede alla generazione di onde d’urto che provvederanno a frammentare il calcolo. Spesso, specialmente nei bambini piccoli (<6-7anni), è necessaria una sedazione lieve sia per alleviare il dolore, che comunque è di lieve entità, sia perché, al fine di una buona riuscita del trattamento, è indispensabile l’immobilità del paziente. I frammenti, derivanti dalla frantumazione del calcolo, verranno eliminati con le urine nei giorni successivi. A volte sono necessari più trattamenti a distanza di qualche tempo.
Clicca per Ingrandire



Ultimo aggiornamento ( Giovedì 31 Maggio 2012 08:03 )